78 – TABU’ – LA MORTE DELL’EURO – FLASH

……

Ci sono degli argomenti che la stampa ufficiale non ama diffondere e nè accennare o soffermarvisi. Quindi non se ne parla o se ne parla pochissimo e solo quando costretti. Sono appunto degli argomenti tabù. Questi argomenti tabù diventano tali quando essi si vanno a scontrare con le opinioni prevalenti dei rappresentanti istituzionali o dello status quo. I tabù sono tanti. Vediamone qualcuno.

L’euro purtroppo è morto ma non lo si vuole riconoscere. Il defunto giace nel letto immobile. Un lieve sorrisino rimastogli sulle labbra al momento del trapasso dà l’impressione che egli sia ancora in vita. Nella stanza ove giace il morto ci sono tutti i suoi figli che hanno chiamato i più grandi specialisti della medicina nella vana speranza di risuscitarlo o di prolungarne l’agonia. I suoi figli rifiutano di concepire una tale dipartita perchè vivono tutti sulla pensione del padre sulla quale essi avevano capitalizzato le loro esistenze.

I grandi specialisti della medicina sono gli stessi che alcuni anni prima avevano convalidato e garantito la salute ferrea del defunto e gli avevano addirittura pronosticato oltre cento anni ancora di vita. Questi grandi specialisti pertanto non amano sconfessare sè stessi certificando la morte del defunto e, approfittando del sorrisino sulle sue labbra, diventano complici dei figli del defunto confermando che sì, il loro padre è ancora in vita ed ha solo bisogno di una forte cura ricostituente per riprendersi.

Dire che l’Euro è fallito equivale a riconoscere il fallimento, ideologico, amministrativo ed esistenziale di tutta una classe dei dirigenti di tutti i Paesi europei e di tutti coloro che hanno creduto all’idea di Europa come qualcosa di più di una espressione geografica. E’ una sconfessione dei propri principi, totalmente errati, talmente enorme che anche sulla stampa extra europea l’argomento viene presentato piuttosto timidamente. Ciò perchè il fallimento dell’Euro, e di conseguenza dell’Europa Unita, rappresenta il fallimento totale del pensiero razionale occidentale.

Una moneta rappresenta l’economia di una Nazione. Ed una Nazione, o federazione di Nazioni, è formata dai seguenti elementi: confini naturali, un’idea di Nazione, una lingua comune, un’amministrazione comune. Tralasciando i confini naturali precisi, trattandosi di un continente intero, gli altri tre elementi sono essenziali, dei quali però, tranne forse l’idea di Nazione, la lingua e l’amministrazione (governo) comune non sono mai stati, non dico ottenuti, ma solo presi seriamente in considerazione.

In tali condizioni, sulla base solo di un’idea romantica di Europa, “Uniamoci e vogliamoci bene”, si è istituita una moneta comune senza una banca centrale unica che rispondesse alle leggi di un solo governo di una sola Nazione. Come ciò, una tale follia o aberrazione delle menti, sia potuto accadere, solo la storia forse darà qualche spiegazione. Ma questa storia dell’euro e dell’Europa Unita può essere forse un monito per i Cittadini della Terra a diffidare delle tante idee di “modernità”, irragionevoli, di cui essi, i cittadini, ne pagano le spese.

L’articolo meriterebbe di essere molto più lungo ed esplicativo, ma trattasi solo di un flash per la riflessione dei lettori.

Annunci

4 Risposte to “78 – TABU’ – LA MORTE DELL’EURO – FLASH”

  1. Caro Pico Della Mirandola, dopo questa analisi lucida e impietosa mi viene urgente una domanda:
    una ricetta ce l’hai, ce l’abbiamo, ce l’hanno ?
    ed è altrettanto urgente una risposta.
    Dato che è pur vero che dal fondo non rimane che risalire…
    Così uniamoci Cittadini della Terra del Terzo Millenio e generiamo una forma pensiero che sia la Risposta.
    O no?
    Love
    L

  2. Carissima,
    ti ringrazio del tuo intervento e, come disse Garibaldi, “Obbedisco” alla tua richiesta urgente per una sollecita risposta che però è vincolata al detto del fare il possibile cercando di fare anche l’impossibile mentre per i miracoli ci stiamo attrezzando.

    La ricetta da te richiesta si riferisce alla situazione generale o all’argomento dell’articolo, cioè l’euro??

    Nel primo caso è stata indicata una data, il prossimo 22 Dicembre, giorno del Solstizio Invernale, per una manifestazione spontanea e pacifica dei cittadini che ne sentono e ne condividono la necessità, in tutte le città raggiungibili con questo mezzo di internet.
    La manifestazione serve a pubblicizzare le intenzioni condivise dalle anime dei cittadini, in questo blog chiamati i Cittadini della Terra e Rivoluzionari del Terzo Millennio,
    Queste intenzioni sono chiarite nell’articolo sulle Costituzioni. Esse sono sei e dovrebbero essere e rappresentare il primo passo da fare per incamminare l’Umanità verso la nuova direzione della Luce, dell’Armonia e della Ragione, e che qui riassumo:
    1 – Diminuzione delle differenze sociali
    2 – Ridefinizione del significato di Libertà
    3 – Abolizione di Investimenti e Finanziamenti bancari
    4 – Disconoscimento dei Paradisi Fiscali
    5 – Istituzione di un Giudice di Gara per le competizioni commerciali
    6 – Prezzi autorizzati secondo fasce già in vigore in altri Paesi.
    Se, conversando con i tuoi amici, ti accorgi che questo programma ed il desiderio di cambiamento possa essere largamente condiviso allora sarà a te riservato il titolo e rango nobiliare di Prima Cittadina della Terra e Rivoluzionaria del Terzo Millennio e sei fin da ora autorizzata ad organizzare come puoi la detta manifestazione nella tua città e che deve essere nello spirito una festa e non una disperazione.
    La detta prima ricetta è intesa a determinare il corso di una nuova storia e di una nuova evoluzione generale.

    Nel caso in cui tu ti riferisca invece ad una ricetta per l’Euro mi spiace comunicarti che nè io nè nessuno può avere una ricetta adatta. Come sai alla morte non c’è rimedio.
    Finchè la Germania rifiuta di sottoscrivere i debiti degli altri Paesi, e non c’è motivo di ritenere che questa idea potrà cambiare in futuro, l’Euro è condannato.
    L’acqua del suo rubinetto scorrerà fino ad estinguersi pian piano. Dopodichè i singoli Paesi saranno costretti ad aprire ciascuno i propri rubinetti di acqua, con la loro presumibile vecchia valuta, e ciascuno si reggerà sulle proprie gambe, mettendo fine a quella che è stata solo una grande sceneggiata.

    Questo ha detto Pico della Mirandola che però non sa se ha risposto o meno e adeguatamente ai tuoi interrogativi.

    A presto

  3. Capitano, tu costringi a riflettere anche su argomenti scomodi perché ci si sente in dovere di rivedere antiche posizioni concettuali. E ciò mi piace davvero molto. Ester.

    • Carissima,
      ti ringrazio del tuo intervento e delle parole di apprezzamento, e quindi di condivisione penso, che esprimi.
      Finchè ci saranno persone come te, a cui piace rivedere le proprie posizioni concettuali, alla luce della Ragione e dell’Amore, l’umanità ha buone speranze di proseguire sulla giusta strada della Civiltà.
      A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: