128 – ETICA E CIVILTA’ DELLE ANIME CAPOVOLTE

…….

Etica e Civiltà delle Anime Capovolte

Etica proviene da “morale” ed il suo significato viene normalmente interpretato come un codice di comportamento fatto di belle maniere non offensive delle persone altrui. Si dice anche “eticamente corretto” oppure “eticamente non corretto”. Il codice di comportamento etico in realtà è un vago e fumoso miscuglio di modi di comportamento personali non vincolanti e non obbligatori dato che esso non è stato ufficialmente codificato. La sua più vicina espressione è solo il noto “Galateo”.

Essendo il significato di “etica” proveniente dalla morale ed essendo la “morale” ritenuta essere strettamente legata alla religione essa, l’etica, è sempre stata considerata con estrema sufficienza, come un parente povero o qualcosa di bigotto o che dà fastidio o “non moderno”, non di moda, o non “à la page”.

Dopo secoli e millenni in cui Stato e Chiesa, Stato e Religione, avevano formato una sola entità, ad un certo punto, verso il settecento, ottocento e novecento, con lo stabilizzarsi delle democrazie occidentali, sorse l’idea dello Stato indipendente dalla Chiesa o Religione, l’idea cioè che potesse esistere un “libero Stato in una libera Chiesa o Religione”. Quest’idea piacque, si propagò e fu adottata da tutte le Nazioni occidentali. Le Nazioni, così, si “secolarizzarono”, come comunemente si dice, e ciò fu considerata una delle più grandi conquste della modernità.

Nacque così lo Stato laico, cioè autonomo e non appartenente a istutuzioni religiose e non ispirato a fedi religiose.  Quasi come una conseguenza di ciò, lo Stato laico, nel perseguire i suoi obiettivi con leggi e regolamenti civili, non ritenne di prestare alcuna attenzione  al significato di “etica” né alla sua valenza. L’etica quindi continua ad essere più che altro una faccenda puramente personale senza alcuna connessione di rilievo col mondo che ci crconda.

Per la verità in tempi recenti, in vari settori ed in varie professioni, si è sentita la necessità della istituzione di “horme di etica”, ma ciò rimane appannaggio facoltativo solo di qualche associazione sparsa qua e là. Da qualche parte si sente anche parlare di Stato Etico e di Stato Laico ma anche questo argomentare è solo un esercizio intellettuale che rimane nel campo delle ipotesi accademiche.

Invece l’Etica è il fondamento, o il pilastro principale e centrale, della Civiltà. L’uomo laico, ed anche lo Stato laico, rimasto privo dell’obbligo religioso, inizia a sentire confusamente dentro di sé la necessità di regole istituzionali di etica, e non immagina neanche che egli ha solo perso la conoscenza di regole dettagliate di etica universali ed immortali che furono emanate quando nacque la Civiltà, millenni prima che fossero concepite le moderne religioni monoteiste. Le regole di etica universali ed immortali furono emanate dall’Uomo stesso con la sua testa e la sua ragione ed erano basate sul rispetto, oltre che per tutti gli esseri umani ed animali, verso tutte le componenti della Natura e dell’Universo. Il rispetto implica moderazione generale di tutti gli atti dell’uomo.

Di contro le religioni monoteiste, quando furono concepite millenni dopo, già dimentiche delle regole universali ed immortali di etica del passato, stravolsero completamente la vecchia concezione inventando un Dio antropomorfo imperioso che ordinava all’uomo, ora divenuto parte passiva e succube, ciò che si doveva fare e ciò che non si doveva fare, con 10 miserevoli Comandamenti, dei veri e propri prodotti lillipuziani in ogni senso se comparati con le regole di etica universale ed immortale antecedente.

Dopo il loro ritrovamento a seguito degli scavi archeologici egizi, queste regole, celate per millenni, sono venute alla luce. Per quanto ancora relegate nell’ombra e non divulgate come si dovrebbe, a causa dei privilegi del sapere classico delle istituzioni civili e religiose, esse, queste regole immortali, rifulgono nella loro luce abbagliante di splendore universale così tanto che vale la pena di citarne alcune, dalle quali si evince l’amore ed il rispetto per l’Universo intero e per tutti i suoi componenti, in una concezione “etica” che s’innalza di gran lumga, come un gigante su un nano, sulla limitante idea del monoteismo successivo e attuale:

– NON INFERIRE SOFFERENZE

– NON FAR PIANGERE ALCUNA PERSONA

– NON SPORCARE ACQUA CORRENTE

– NON FAR VIOLENZA AD ALCUNA PERSONA

– NON PARLARE PIU’ DEL NECESSARIO

– NON ARRICCHIRSI PIU’ DEL NECESSARIO

– NON INVADERE LA TERRA ALTRUI

– e così via di seguito per 42 enunciazioni.

Leggendo queste regole di etica universale non si può fare a meno di considerare che se queste regole, rese in linguaggio moderno, fossero state scritte nelle Costituzioni delle Nazioni, si sarebbero evitate tutte le guerre finora intercorse e si sarebbe evitato il collasso finanziario globale assieme alla perdurante follia di arricchirsi, senza limiti e senza freni, protetti da una falsa interpretazione del significato della parola “libertà”.

Dai tempi remoti dell’oblio di tali regole di Civiltà l’Uomo ha attravertsato molti millenni della sua storia come se avesse l’anima capovolta, incapace di vedere il disegno completo delle meraviglie dell’esistenza tutto intorno, in alto ed in basso. A tal punto egli è preda della follia da aver legittimato il “diritto di conquista”, o “right of conquest”, e cioè io mi approprio della tua terra solo perché io sono il più forte.

Le regole di etica della Civiltà erano improntate ad una moderazione ed all’equilibrio generale in tutti i campi al fine di evitare la formazione degli eccessi di differenze sbilancianti che sono sempre distruttivi, ed impediscono il rispetto delle altre persone, animali e natura circostante. La necessità di uno Stato etico, di cui sporadicamente si sente parlare, è più che fondata perché è l’unica condizione  per il prosieguo di una Civiltà di lunga durata.

Questa nuova concezione di Stato etico implica però che i Governi delle Nazioni dovranno reggere le redini dell’economia al fine di essere gli arbitri di uno sviluppo controllato e sostenibile ed equilibrato per tutti e non solo di pochi privilegiati. Se una tale visione venisse condivisa dalle Nazioni, e se i Cittadini della Terra indicassero ai propri governanti la ritrovata strada della salvezza, allora si potrebbe anche dire che, dopo l’Età dell’Oro, dell’Argento, del Bronzo e del Ferro e delle armi, è subentrata la nuova Età della Bellezza, dell’Amore e dell’Armonia.

In fin dei conti l’ultims psrola spetta ai Cittadini della Terra, i soli padroni della Terra e del loro destino.

35 Risposte to “128 – ETICA E CIVILTA’ DELLE ANIME CAPOVOLTE”

  1. Great post. I was checking constantly this weblog and I am impressed!
    Extremely helpful info specifically the last section🙂 I care
    for such information much. I was seeking this certain information for a
    very lengthy time. Thanks and good luck.

  2. This is a really good tip particularly to those new to the
    blogosphere. Short but very precise info… Appreciate your sharing this
    one. A must read post!

  3. Hi there i am kavin, its my first occasion to commenting anywhere, when i read this piece of writing i thought i could also create comment due to this brilliant
    post.

  4. Thank you for sharing your thoughts. I truly
    appreciate your efforts and I will be waiting for your further post thanks once again.

  5. Woah! I’m really digging the template/theme of this site. It’s simple, yet effective.
    A lot of times it’s very difficult to get that “perfect balance” between usability and visual appeal. I must say you have done a excellent job with this. In addition, the blog loads extremely fast for me on Opera. Superb Blog!

  6. Spot on with this write-up, I really think this site needs much more attention.
    I’ll probably be back again to see more, thanks for the info!

  7. Nice post. I learn something totally new and challenging on websites I stumbleupon every day.
    It’s always exciting to read articles from other writers and practice a little something from their websites.

  8. I’m extremely impressed along with your writing abilities as smartly as with the structure for your blog. Is this a paid topic or did you modify it yourself? Anyway keep up the excellent quality writing, it’s uncommon to peer
    a great blog like this one today..

  9. It’s remarkable in support of me to have a site, which is helpful designed for my experience. thanks admin

  10. Come abbiamo già visto nell’etica minima, le regole di base che devono ispirare il nostro comportamento non si deducono da principi metafisici ma si sostengono da sé. In questo, Kant e Buddha Sakyamuni sono perfettamente d’accordo tra loro. Il principio che soggiace a qualsiasi etica di tipo razionale risulta essere il medesimo, che Kant ha delineato in modo particolarmente rigoroso, ma che risulta presente anche nel buddismo. Ho tentato poi di mostrare come le regole comportamentali buddiste siano perfettamente compatibili con l’impostazione kantiana, addirittura come la Metafisica dei costumi di Kant sia in parte contraddittoria rispetto alla ragion pratica, ad esempio sul tema della pena di morte, mentre il pentalogo buddista è perfettamente allineato con essa.

    • Le regole di etica menzionate sono le regole di etica della “Confessione Negativa” risalente a tempi predinastici o preistorici, migliaia di anni prima che nascessero i monoteismi religiosi.

      Queste regole nacquero dalla ragione dell’uomo proprio come Kant poco tempo fa andava predicando. “Qualsiasi credo deve essere supportato dalla ragione per essere credibile”.

      Ma mentre nell’antichità arcaica queste regole di etica furono codificate e rese comuni per tutti, le idee di Kant rimasero solo per lui e pochi altri acculturati.

      L’umanità intera continua a seguire gli asini che volano, continua cioè a seguire credi e fedi non scaturiti dalla ragione. Senza etica, senza ragione, seguendo solo le follie dei monoteismi e nozioni imposte e senza senso, l’uomo sta lavorando per la sua estinzione totale.

      Grazie per il tuo illuminante commento. Cheers!!

  11. I enjoy looking through a post that can make men and women think.

    Also, thanks for allowing me to comment!

  12. Thank you for sharing your thoughts. I truly appreciate your
    efforts and I am waiting for your further post thank you once again.

  13. I got this web page from my pal who informed me regarding this site
    and at the moment this time I am browsing this website and reading very informative articles here.

  14. It’s going to be finish of mine day, except before finish I am reading this fantastic piece of writing to increase my know-how.

  15. lovely jubbly fantastic thanks so much

  16. Have you ever considered creating an e-book or guest authoring on other sites?
    I have a blog centered on the same information you discuss and would
    love to have you share some stories/information.
    I know my readers would enjoy your work. If you are even remotely interested, feel free to send me an e mail.

  17. Valuable info. Fortunate me I discovered your web site by accident,
    and I am shocked why this twist of fate did not took place in advance!
    I bookmarked it.

    • Thanks.
      You can take it easy as the ideas shown on this website will last for a very long time, not for my bravery but for the idiocy of men since 3 to 5 millennia ago.

  18. I’ve read some excellent stuff here. Certainly price bookmarking for revisiting. I surprise how much attempt you place to make the sort of fantastic informative website.

  19. For the reason that the admin of this web page is working, no hesitation very quickly it will be well-known, due to its quality contents.

  20. Greetings, I do think your web site could possibly be having internet
    browser compatibility issues. Whenever I look at your site in Safari, it looks fine but when opening in IE, it’s
    got some overlapping issues. I merely wanted to give you a quick heads up!
    Besides that, wonderful site!

  21. When someone writes an article he/she keeps the plan of a user
    in his/her mind that how a user can know it. Therefore that’s
    why this piece of writing is great. Thanks!

  22. Hello there, just became alert to your blog through Google,
    and found that it’s truly informative. I’m gonna watch out for brussels.
    I will appreciate if you continue this in future. Many people will be benefited
    from your writing. Cheers!

  23. where to buy garcinia cambogia

    128 – ETICA E CIVILTA’ DELLE ANIME CAPOVOLTE | Pensieri dell’Uomo

  24. Hello there! I simply want to offer you a big thumbs up for your excellent info you have got right
    here on this post. I am coming back to your blog for more soon.

  25. Useful info. Lucky me I found your site unintentionally, and
    I’m shocked why this twist of fate did not came about in advance!

    I bookmarked it.

  26. Everything is very open with a really clear description of the issues.
    It was truly informative. Your site is very useful.
    Thank you for sharing!

  27. I was suggested this website by my cousin. I’m not sure whether this post is written by him
    as no one else know such detailed about my problem. You are incredible!
    Thanks!

  28. I am actually grateful to the owner of this web site who has shared this fantastic article at
    at this time.

  29. each time i used to read smaller articles that also
    clear their motive, and that is also happening with this piece of writing which I am reading at this place.

  30. My family members always say that I am killing my
    time here at net, but I know I am getting familiarity every day by reading thes
    nice articles.

  31. Fine way of describing, and fastidious piece of writing to get facts on the
    topic of my presentation focus, which i am going to present in college.

  32. Highly energetic post, I loved that bit.
    Will there be a part 2? visit this backlink (blog.fory.pl)

  33. You’re so interesting! I don’t think I have read anything like this before. So wonderful to discover somebody with some unique thoughts on this subject matter. Seriously.. thank you for starting this up. This website is one thing that is needed on the internet, someone with a bit of originality! decedebdeeea

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: