Archivio per Anima Mundi

FLASH 50 – LA LIBERTA’ DI SPIARE

Posted in ARMONIA, ATTUALITA', EVOLUZIONE, RIFLESSIONI, SPIRITUALITA', TUTTE LE CATEGORIE with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on giugno 26, 2011 by beautiful41

Ogni 5 cittadini uno doveva essere una spia, informatore della polizia, ad insaputa degli altri 4. Questa legge-regola era applicata in tutti i paesi comunisti fino al crollo del loro sistema, nel 1989. Tutti i cittadini pertanto erano spiati e sorvegliati in tutti i loro comportamenti e manifestazioni. Ciò faceva sì che tutti avessero paura di parlare e vivevano letteralmente sotto una cappa di piombo ove sospetto, tristezza, rassegnazione, impotenza, assenza di allegria, la facevano da padrone e dove l’anima dell’uomo viveva nascosta nelle catacombe del proprio pensiero.

Con l’instaurazione della libertà infinita e della tecnologia sfrenata nelle democrazie occidentali, Italia in testa, oggi non c’è ufficio, pubblico o privato, androne, negozio, supermercato, strada, accesso, che si rispetti che non abbia le sue telecamere o microspie. Non c’è professionista che si rispetti che non abbia, naturalmente a sua insaputa, microspie o microcamere nel suo studio, nella sua stanza da letto e finanche nel bagno, per spiare i suoi più intimi movimenti o manifestazioni. Senza parlare dei telefonini che sono delle vere e proprie centrali di spionaggio e di sospetti nelle loro infinite prestazioni e che sono dei veri e propri distruttori di famiglie intere ed alimentatori di un’atmosfera soffocante di malizia e malafede.

Qualsiasi parola, qualsiasi gesto, finanche un sospiro, tutto può essere una prova contro di te. Insomma non si ha scampo da tutte le malvagità possibili ed immaginabili. La fantasia e la malignità diventa realtà, l’onestà, la buona fede, la simpatia, diventano odio, disonestà, inganno. E districare le une dalle altre è in pratica impossibile.

L’uomo si sta distruggendo assieme alla sua libertà ormai svanita. L’allegria è scomparsa, tranne che nei programmi televisivi forzati a mostrarla; il sospetto, la tristezza, la rassegnazione, l’angoscia, la paura, imperano. La libertà e la riservatezza sono rimaste solo nel pensiero di quest’uomo che ormai vive sotto una cappa di piombo infinitamente peggiore di quella descritta quando vigeva nei paesi comunisti. E’ la morte dello spirito e del brio della vita. E l’anima vive solo nelle catacombe del pensiero.

Eh sì! Era proprio vero. La troppa libertà genera la schiavitù.

Pacificamente forse c’è una sola via d’uscita. Il risveglio dell’Anima Mundi con la prossima manifestazione planetaria, reale o metaforica, del soslstizio d’inverno del prossimo 22 dicembre. Cominciamo a pensarci. Forse ci potrebbe interessare. O no…???

48 – THE REAWAKENING OF ANIMA MUNDI

Posted in ATTUALITA', ECONOMIA E POLITICA, EVOLUZIONE, MISURA E GIUSTIZIA, RIFLESSIONI, SPIRITUALITA', STORIA, TUTTE LE CATEGORIE with tags , , , , , , , , , , , on giugno 20, 2011 by beautiful41

Translation of article n. 47.

A race without stop through endless disasters and continued for millennia, interrupted only by breaks more or less long between a disaster and the next, always pursuing the illusion of a more just and modern truth. This millennia-old process has repeated itself endless times concluding all its phases with always more bitter delusions. This process has continued up to our days when all illusions have collapsed, revealing suddenly to modern Man the unmistakable reality in front of him.

With the defeat and collapse of the communist totalitarism it seemed that the western capitalist democracies, with limitless freedom operating in a free market, with the many achievements of science, of technology, of human rights, of the many social achievements, of the liberation from religion, had reached the ideal condition for the full and healthy development of modern man, as never before in the known history. So strong was the pride of this Man for belonging to this lucky and blessed part of the human beings that he pretended, and is still pretending in his blindness, to export all over the world his own system which represented the extreme top of civilization!!

But it was only a dream!!! The dream had been believed and passed as reality by trusting the idea that could exist a man without soul, a “civic” man subject only to his material needs without any relation with his soul or spirituality that even today, and for much longer time to come, is and will be mocked or jeered at by so many presumed “intellectuals”. Such a man without soul operating with a limitless freedom in a world without rules has given way to the formation of the unique and greatest monotheism of the history of all times: the belief in God Money and its accumulation with the consequence of the abysmal differences and of excesses of enormous wealth and debts between men and between nations that are shaking frightenigly the foundations of the essence of whole humanity.

Even love, the most noble expression of human soul, has been understood as sex, and one let believe that there must be a right to sex as a basic need of this modern man without soul. The question arizing spontaneously is how could have happened, how could ever have been possible that this western modern man had become in reality a pure and simple beast??

The dream of Lighthouse of Civilization has been transformed in the reality o the Lighthouse of barbarism. This is the condition in which modern man finds himself involved and that he must face if he wants to be saved. This modern man, though, has already understood, before his governors, that he must first of all reorganize the values of the soul, and there are many signs from many various sources indicating that this new consciousness, a true and proper reawakening of the soul, favoured by the use of internet, join all citizens of planet Earth on the immortal values of their humanity that they have always kept unconsciously inside themselves.

The reawakening of Anima Mundi is the great event that we are living. The awareness of the citizens of Earth that they belong to the same family and recognize, all of them, the same values of Civilization. These values are simple and easy to understand for all. They are the restoring of the Measure in all manifestations of human activities, the reduction of excesses letting everybody be able to express his own dignity for being an important part of the creation.. From this reduction of excesses is descendent the respect for oneself and that for one’s fellow man and the respect for the nature around us, without any form of violence. Without respect for oneself cannot descend the other two nor the absence of violence. These values reject the contrapositions and are nurtured by the teachings of Civilization based on inclusion and Measure.

The reawakening of Anima Mundi is also the awareness of taking in our hands our own destiny, according our own conscience, recognizing the eternal values of the humanity that are lying in each single person, as a new Polar Star toward which to direct our own steps on the lost road to Civilization. This new Anima Mundi is not waiting for, nor is depending on the doing or not doing of its own rulers. This new Anima Mundi shows to its own rulers what has to be or not to be done, and when. Our leaders have fully proved to have no ideas. Furthermore they are blocked by a savage contraposition more suitable to the behavior of monkeys than to that of homo sapiens. And they are afraid to “reform”the status quo in order not to lose their many privileges. Therefore the change can only happen with the direct intervention of the Anima Mundi.

While the whole humanity is threatened by the shaking of a looming catastrophe due to the many prejudices, become then paradigmas, mentioned on this blog and proved to be only dreams or illusions, the moment has arrived to act concretely showing all the power of Anima Mundi. As already described on the article n. 31 next 21st of June, tomorrow, it will be held a planetary demonstration in all towns and cities of the world to which will participate all citizens of the Earth of good will who believe in the values of Anima Mundi. It will be a peaceful walk, real or in a metaphorical sense, open to everybody, without distinction of age, sex, social status and religion, where all feel the attraction of sharing a common destiny and all can bring their contribution, little or great that is.

The summer Solstice of 21st of June is particularly suitable to mark the millenary reawakening of Anima Mundi because the Earth begins her part of the orbit which will take her toward the winter solstice of the 22nd of December that is the beginning of the astronomical year 2012 which, may be only for coincidence, so much expectation has inspired in the Anima Mundi. This Anima Mundi then will proceed with peaceful demonstrations from solstice to solstice showing to its own leaders what to do for the following 6 months. The first step of this program has already been described at the article n. 31 and is only a first step on the road of a thousand miles toward the lost Civilization where the belief in the greatest monotheism of the history of man, the belief in the God Money, has no place, being enormously reduced according to the teachings of Civilization.

The restoration of Civilization is in our hands. No one will come to save us from barbarism if we all do not act with our own responsability and moves, becoming our own masters and makers of our destiny.

47 – IL RISVEGLIO DELL’ANIMA MUNDI

Posted in ARMONIA, ASTRONOMIA, ATTUALITA', ECONOMIA E POLITICA, EVOLUZIONE, MISURA E GIUSTIZIA, PREGIUDIZI MILLENARI, PROPOSTE MILLENARIE, SPIRITUALITA', TUTTE LE CATEGORIE with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on giugno 18, 2011 by beautiful41

Una corsa senza soste attraverso infiniti disastri e durata millenni, intervallata solo da pause più o meno lunghe fra un disastro e l’altro, sempre rincorrendo l’illusione di una più giusta e più moderna verità. Questo processo millenario è andato avanti infinite volte concludendo tutte le sue fasi con delle delusioni sempre più amare. Questo processo è continuato fino ai giorni nostri allorchè tutte le illusioni sono venute a cadere, rivelando improvvisamente all’Uomo contemporaneo l’inconfondibile realtà davanti ai suoi occhi.

Con ia sconfitta ed il crollo del totalitarismo comunista era sembrato che le democrazie capitaliste occidentali, con la libertà infinita operante in un libero mercato, con le tante conquiste della scienza, della tecnologia, dei diritti umani, delle tante conquiste sociali, dell’affrancamento dalla religione, avessero raggiunto la condizione ideale per il pieno e sano sviluppo dell’Uomo moderno, come mai era successo nella storia conosciuta. Tanto forte era l’orgoglio di quest’Uomo per far parte di questa fortunata o benedetta fetta dell’umanità che egli pretendeva, e lo pretende ancora nella sua cecità, di esportare in tutto il mondo questo suo sistema che rappresentava il non plus ultra della Civiltà!!.

Ma era solo un sogno!!! Il sogno era stato fatto credere e passare per realtà confidando che potesse esistere un uomo senza anima, un uomo “civico” soggetto solo alle sue necessità materiali senza alcuna relazione con la sua anima o spiritualità che ancora oggi, e per molto tempo a venire, è e sarà sbeffeggiata e derisa da tanti presunti “intellettuali”. Un tale uomo senza anima operante con una libertà infinita in un mondo senza regole ha dato luogo alla formazione dell’unico e più grande monoteismo della storia di tutti i tempi: il credo nel Dio Denaro ed il suo accumulo con la conseguenza delle abissali differenze e degli eccessi di ricchezze e debiti stratosferici fra uomini e fra nazioni che stanno facendo vacillare paurosamente i fondamenti dell’essenza stessa dell’umanità intera.

Finanche l’Amore, l’espressione più nobile dell’animo umano, si è fatto passare come sesso, e si lascia credere che debba esistere un diritto al sesso come una necessità basilare di questo moderno uomo senza anima. La domanda che sorge spontanea è come sia potuto accadere, come sia stato possibile che questo uomo moderno occidentale sia diventato in realtà una pura e semplice bestia??

Il sogno del faro di Civiltà si è tramutato nella realtà di faro di Inciviltà. Questa è la condizione nella quale l’uomo moderno si trova suo malgrado ad essere coinvolto e che deve in qualche modo fronteggiare se si vorrà salvare. Questo uomo moderno però ha già capito, prima dei suoi dirigenti, che deve prima di tutto ripristinare i valori dell’anima e molti sono i segnali provenienti da tante diverse fonti indicanti che questa nuova presa di coscienza, un vero e proprio risveglio dell’anima, favorita dall’uso di internet, accomuna tutti gli abitanti del pianeta Terra sui valori immortali della loro umanità e che essi hanno sempre conservato allo stato latente inconsciamente dentro sè stessi.

Il risveglio dell’Anima Mundi è il grande avvenimento che stiamo vivendo. La consapevolezza dei cittadini della Terra che essi appartengono alla stessa famiglia e riconoscono tutti gli stessi valori della Civiltà. Questi valori sono semplici e facili da capire per tutti. Essi sono il ripristino della Misura in tutte le manifestazioni delle attività umane, la riduzione degli eccessi in modo che tutti siano liberi di esprimere la propria dignità dell’essere un elemento importante del creato. Da questa riduzione degli eccessi deriva il rispetto per sè stessi e quella per il proprio simile ed il rispetto per la natura circostante, senza alcuna forma di violenza. Senza il rispetto per sè stessi non ci possono essere gli altri due e nè l’assenza di violenza. Questi valori ripudiano le contrapposizioni e vivono degli insegnamenti di Civiltà fondati sulle inclusioni e sulla Misura.

Il risveglio dell’Anima Mundi è anche la consapevolezza di prendere in mano il proprio destino, secondo la propria coscienza, e riconoscere gli eterni valori dell’umanità che è in ogni singola persona, quale nuova Stella Polare verso la quale dirigere i propri passi sulla perduta strada della Civiltà. Questa nuova Anima Mundi non attende e nè dipende dal fare o non fare dei propri governanti. Questa nuova Anima Mundi indica lei stessa ai propri governanti quello che si deve o non si deve fare, e quando. I nostri governanti hanno ampiamente dimostrato di non avere idee. Essi inoltre sono bloccati da una contrapposizione selvaggia adatta più ai comportamenti delle scimmie che a quelle degli uomini sapiens. Ed hanno paura di “riformare” lo status quo per non perdere i loro tanti privilegi. Pertanto il cambiamento potrà avvenire solo con il diretto intervento dell’Anima Mundi.

Mentre l’umanità intera è minacciata dal vacillare di una incombente catastrofe dovuta ai tanti pregiudizi, diventati poi dei paradigmi, menzionati su questo blog e rivelatisi solo dei sogni o illusioni, è arrivato il momento di agire concretamente mostrando tutta la potenza dell’Anima Mundi. Come descritto all’articolo 30 il prossimo 21 Giugno si terrà una manifestazione planetaria in tutte le città e paesi della Terra ed alla quale parteciperanno tutti i cittadini del mondo di buona volontà che credono nei valori dell’Anima Mundi. Sarà una passeggiata pacifica, reale o metaforica, aperta a tutti, senza distinzione di età, sesso, ceto sociale e religione, ove tutti si sentano attratti dal condividere un comune destino e tutti possono portare il loro contributo, piccolo o grande che sia.

Il solstizio d’estate del 21 Giugno è particolarmente adatto a marcare il risveglio millenario dell’Anima Mundi perchè la Terra inizia a percorrere la sua parte di orbita che la porterà verso il solstizio invernale del 22 dicembre che segna l’inizio dell’anno astronomico del 2012 che, forse solo per una ennesima coincidenza, tanta attesa ha ispirato nell’Anima Mundi. Questa Anima Mundi quindi procederà con pacifiche manifestazioni di solstizio in solstizio indicando ai propri governanti il da farsi per i successivi 6 mesi. Il primo passo di questo programma è stato già esposto all’articolo 30 ed è solo un primo passo sul cammino delle mille miglia diretto verso la Civiltà perduta dove il credo nel più grande monoteismo della storia dell’uomo, il credo nel Dio Danaro, non vi ha dimora, essendo enormemente ridimensionato secondo gli insegnamenti della Civiltà.

La restaurazione della Civiltà è nelle nostre mani. Nessuno verrà a sollevarci dalla barbarie dell’Inciviltà se noi tutti non ci rimbocchiamo le maniche e diventiamo i padroni di noi stessi ed i fautori del nostro destino.