Archivio per Moneta

78 – TABU’ – LA MORTE DELL’EURO – FLASH

Posted in ARMONIA, ATTUALITA', ECONOMIA E POLITICA, RIFLESSIONI, STORIA, TUTTE LE CATEGORIE with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on novembre 21, 2011 by beautiful41

……

Ci sono degli argomenti che la stampa ufficiale non ama diffondere e nè accennare o soffermarvisi. Quindi non se ne parla o se ne parla pochissimo e solo quando costretti. Sono appunto degli argomenti tabù. Questi argomenti tabù diventano tali quando essi si vanno a scontrare con le opinioni prevalenti dei rappresentanti istituzionali o dello status quo. I tabù sono tanti. Vediamone qualcuno.

L’euro purtroppo è morto ma non lo si vuole riconoscere. Il defunto giace nel letto immobile. Un lieve sorrisino rimastogli sulle labbra al momento del trapasso dà l’impressione che egli sia ancora in vita. Nella stanza ove giace il morto ci sono tutti i suoi figli che hanno chiamato i più grandi specialisti della medicina nella vana speranza di risuscitarlo o di prolungarne l’agonia. I suoi figli rifiutano di concepire una tale dipartita perchè vivono tutti sulla pensione del padre sulla quale essi avevano capitalizzato le loro esistenze.

I grandi specialisti della medicina sono gli stessi che alcuni anni prima avevano convalidato e garantito la salute ferrea del defunto e gli avevano addirittura pronosticato oltre cento anni ancora di vita. Questi grandi specialisti pertanto non amano sconfessare sè stessi certificando la morte del defunto e, approfittando del sorrisino sulle sue labbra, diventano complici dei figli del defunto confermando che sì, il loro padre è ancora in vita ed ha solo bisogno di una forte cura ricostituente per riprendersi.

Dire che l’Euro è fallito equivale a riconoscere il fallimento, ideologico, amministrativo ed esistenziale di tutta una classe dei dirigenti di tutti i Paesi europei e di tutti coloro che hanno creduto all’idea di Europa come qualcosa di più di una espressione geografica. E’ una sconfessione dei propri principi, totalmente errati, talmente enorme che anche sulla stampa extra europea l’argomento viene presentato piuttosto timidamente. Ciò perchè il fallimento dell’Euro, e di conseguenza dell’Europa Unita, rappresenta il fallimento totale del pensiero razionale occidentale.

Una moneta rappresenta l’economia di una Nazione. Ed una Nazione, o federazione di Nazioni, è formata dai seguenti elementi: confini naturali, un’idea di Nazione, una lingua comune, un’amministrazione comune. Tralasciando i confini naturali precisi, trattandosi di un continente intero, gli altri tre elementi sono essenziali, dei quali però, tranne forse l’idea di Nazione, la lingua e l’amministrazione (governo) comune non sono mai stati, non dico ottenuti, ma solo presi seriamente in considerazione.

In tali condizioni, sulla base solo di un’idea romantica di Europa, “Uniamoci e vogliamoci bene”, si è istituita una moneta comune senza una banca centrale unica che rispondesse alle leggi di un solo governo di una sola Nazione. Come ciò, una tale follia o aberrazione delle menti, sia potuto accadere, solo la storia forse darà qualche spiegazione. Ma questa storia dell’euro e dell’Europa Unita può essere forse un monito per i Cittadini della Terra a diffidare delle tante idee di “modernità”, irragionevoli, di cui essi, i cittadini, ne pagano le spese.

L’articolo meriterebbe di essere molto più lungo ed esplicativo, ma trattasi solo di un flash per la riflessione dei lettori.

FLASH 55 – LA BOTTE PIENA E LA MOGLIE UBRIACA

Posted in ARMONIA, ATTUALITA', ECONOMIA E POLITICA, FOLLIE, MISURA E GIUSTIZIA, RIFLESSIONI, TUTTE LE CATEGORIE with tags , , , , , , , , , , , , , , , , on luglio 17, 2011 by beautiful41

Il bilancio è un problema comune a tutti i paesi occidentali, Stati Uniti in testa, e ad esclusione della sola Germania, sempre perfetta. Il significato di bilancio è semplice ed è che se io guadagno mille lire al mese non posso spendere più di mille lire al mese, cioè mi devo “bilanciare”. In condizioni normali, cioè se i dirigenti moderni sapessero contare sulle dita delle proprie mani, non dovrebbe essere un problema. Diventa un problema quando le spese, o le uscite, superano le entrate. Ed è quello che è successo a tutti i detti paesi occidentali che negli ultimi decenni si sono dati alla pazza gioia spendendo a più non posso ed al di sopra delle loro possibilità nonostante i tanti “masters” e premi nobel in economia.

Il brutto del problema per le Nazioni, quando le spese superano le entrate e non si dovesse riuscire a “pareggiare il bilancio”, è che la loro moneta si deprezza, o si svaluta, o perde di valore. Il governo degli Stati Uniti si trova in questa situazione e deve decidere chi, i ricchi o i poveri, deve versare quanto necessario nelle casse dello Stato per “pareggiare il bilancio”. Viceversa il bello di questo problema, quando le entrate superano le spese, è che la stessa moneta delle Nazioni acquista valore, si apprezza, o si rivaluta.

Con tale preoccupazione in testa la Cina ha avvertito il governo degli Stati Uniti dicendo: “”Cari amici americani, sbrigatevi a sistemare il vostro bilancio perchè noi possediamo una montagna infinita di vostri buoni del tesoro sui quali non vogliamo perdere neanche un dollaro, cosa che avverrebbe se non si pareggiassero le entrate con le uscite””.

Naturalmente nessun governo ha il coraggio di controbattere al colosso cinese per cui, giocoforza, lo fa la voce di questo blog dicendo: “””Cari amici cinesi, come sapete, voi che ridete sempre ed ora più del solito, i dirigenti dei paesi occidentali negli ultimi decenni hanno perso il senno dandosi a follie spendaccione per cui adesso non è facile pareggiare i bilanci, ma voi, cari orientali cinesi, appresso a loro anche voi avete perso il senno non volendo riconoscere la rivalutazione della vostra moneta date le vostre enormi entrate.

Se avete comprato titoli o buoni del tesoro di una moneta svalutata a causa del vostro colossale boom economico, non potete ora pretendere la Luna negando la rivalutazione della vostra moneta!! Voi volete la botte piena e la moglie ubriaca!!! Ma ciò è fisicamente impossibile. Quindi decidetevi anche voi e sbrigatevi a rivalutare la vostra moneta”””!!!